Arte differenziata

Nella seconda edizione dell’esposizione collettiva ARTISTI AL MURO ogni artista è stato chiamato a scegliere una "parete" esterna nel centro di Padova, e su quella raffigurare il progetto di un'opera reversibile. Per facilitare il percorso-mostra, ogni lavoro aveva accanto a sé un segnalatore che indicava anche i siti ove erano state posizionate le altre opere.
L’opera da me creata, posizionata in Via Santa Lucia, e denominata ARTE DIFFERENZIATA, ha unito l’utilizzo dei 3 materiali più facili da riciclare (vetro, carta e plastica) con il linguaggio espressivo utilizzato fino ad allora solamente sulle tele. Vi è stata così una trasposizione/passaggio dalle due dimensioni della tela alle tre della realtà, pur rappresentata ancora con stratificazione bidimensionale simile alle scenografie teatrali.